Autostrada Pedemontana Lombarda S.p.A.
Pubblica amministrazione

Procedura aperta ex artt. 35, c.1, lett. c) e 60 del D.lgs. 50/2016, per l’affidamento del servizio di manutenzione delle opere a verde sulle aree di proprietà di Autostrada Pedemontana Lombarda SpA e delle relative pertinenze, per la durata di 24 mesi

Oggetto: Procedura aperta ex artt. 35, c.1, lett. c) e 60 del D.lgs. 50/2016, per l’affidamento del servizio di manutenzione delle opere a verde sulle aree di proprietà di Autostrada Pedemontana Lombarda SpA e delle relative pertinenze, per la durata di 24 mesi
Tipo di fornitura:
  • Servizi
Tipologia di gara: Procedura Aperta
Criterio di aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa
Modalità di espletamento della gara: Telematica
Importo complessivo a base d'asta: € 2.565.589,78
Importo, al netto di oneri di sicurezza da interferenze e iva, soggetto a ribasso: € 2.363.910,82
Oneri Sicurezza (Iva esclusa): € 201.678,96
CIG: 81979244E5
Stato: Scaduta
Centro di costo: Gare Contratti Acquisti e Servizi Generali
Data pubblicazione: 07 febbraio 2020 16:00:00
Termine ultimo per la presentazione di quesiti: 05 maggio 2020 23:59:00
Data scadenza: 15 maggio 2020 12:00:00
Documentazione gara:
Documentazione amministrativa richiesta:
  • DGUE
  • Domanda di partecipazione
  • MOD.2 RETTIFICATO - AUTOCERTIFICAZIONE
  • Documento di Identità
  • Contributo ANAC
  • Cauzione - Fidejussione
  • Eventuali documenti integrativi
  • MOD.3
  • PASSOE
  • DICHIARAZIONE IMPEGNO CAUZIONE DEFINITIVA
  • DOCUMENTAZIONE COMPROVA
  • REFERENZA BANCARIA
  • MOD.2.RETTIFICATO - AUTOCERTIFICAZIONE

18 maggio 2020 - SEDUTA PUBBLICA DI GARA

Si comunica che la prima seduta pubblica di gara, indicata nell'avviso di rettifica per il 18 maggio 2020 ore 11.00, è da intendersi rinviata a data da destinarsi, in attesa della nomina della Commissione di Gara Ministeriale.

9 aprile 2020 - AVVISO ULTERIORE DIFFERIMENTO TERMINI DI GARA E PROVVEDIMENTO DI RETTIFICA DEI DOCUMENTI DI GARA

Con riferimento alla procedura in oggetto ed al relativo Bando di gara spedito per la pubblicazione in GUUE in data 06 febbraio 2020, nonché all’Avviso di proroga spedito per la pubblicazione in GUUE in data 09 marzo 2020, vista l’emergenza sanitaria che sta interessando il territorio nazionale e le disposizioni emergenziali via via emanate dalle Autorità competenti per fronteggiare il fenomeno del Covid-19 (coronavirus), si comunica che il termine per la presentazione delle offerte  di cui all’art. IV.2.2 del Bando di gara - inizialmente fissato al 20 marzo 2020 (ore 12:00) e, poi differito al 20 aprile 2020 (ore 12:00) - viene ulteriormente differito al 15 maggio 2020 (ore 12:00).

Il termine per la presentazione dei chiarimenti di cui al paragrafo 3.4 del Disciplinare di gara – inizialmente previsto per il 9 marzo 2020 – viene differito al 5 maggio 2020.

Il termine per le risposte da parte della Stazione Appaltante ai suddetti chiarimenti - inizialmente previsto per il 13 marzo 2020 - viene differito al 8 maggio 2020.

Il par. IV.2.7) del Bando di Gara – relativo all’ipotetica data di apertura delle offerte – è da intendersi prorogato al 18 maggio 2020 ore 11:00. Si rammenta che tale data è soltanto ipotetica, in quanto APL dovrà in ogni caso attendere la nomina della Commissione da parte del Ministero competente, prima di organizzare l’apertura delle offerte. Pertanto, come già indicato nel Disciplinare di gara, APL si riserva di comunicare ai concorrenti la data effettiva in cui si darà avvio ai lavori della Commissione.

Viste le misure contenitive del contagio imposte dai provvedimenti normativi emanati in tema di Covid-19, sarà consentito agli operatori interessati di effettuare il sopralluogo obbligatorio in autonomia, nel rispetto delle vigenti disposizioni emergenziali e secondo le modalità e l’itinerario suggeriti dalla Stazione Appaltante. In seguito a tale scelta, è stata disposta la rettifica del Disciplinare originario con il “Disciplinare rettificato” e del “Modello 2” (modello di dichiarazione) con il “Mod. 2 rettificato”.

Resta fermo ogni altro termine già previsto.

Il Bando di Gara e i documenti di gara rettificati - nonché l’itinerario suggerito per il sopralluogo e i propri allegati - vengono pubblicati sulla piattaforma telematica di APL raggiungibile all’indirizzo https://pedemontana.acquistitelematici.it e del differimento dei suddetti termini verrà data pubblicità mediante estratti in GUUE, GURI e su quotidiani nazionali.

Il Responsabile del Procedimento

Ing. Giuseppe Bilancia

 

9 marzo 2020 - PROVVEDIMENTO PROROGA TERMINE SCADENZA PRESENTAZIONE OFFERTE

Vista l’attuale situazione di emergenza sanitaria e tenuto conto delle limitazioni derivanti dalle disposizioni di cui al DPCM del 8 marzo 2020, inerenti alle misure urgenti di contenimento del contagio per l’emergenza Covid-19 nella regione Lombardia, si comunica la proroga del termine di scadenza di presentazione delle offerte al 20 aprile 2020 ore 12:00 (rispetto all’attuale termine fissato al 20 marzo 2020 ore 12:00).

Il par. IV.2.7) del Bando di Gara – relativo all’ipotetica data di apertura delle offerte – è da intendersi prorogato al 23 aprile 2020 ore 11:00. Si rammenta che tale data è soltanto ipotetica, in quanto APL dovrà in ogni caso attendere la nomina della Commissione da parte del Ministero competente, prima di organizzare l’apertura delle offerte. Pertanto, come già indicato nel Disciplinare di gara, APL si riserva di comunicare ai concorrenti la data effettiva in cui si darà avvio ai lavori della Commissione.

Restano invariati tutti gli altri termini indicati in gara, fatta eccezione per i termini relativi alla richiesta e alla effettuazione dei sopralluoghi, di cui all’art. 4.2 del Disciplinare di Gara, per i quali si darà opportuna comunicazione in merito, non appena possibile, in relazione all’evolvere degli eventi.

Il Responsabile del Procedimento

Ing. Giuseppe Bilancia

 

EMERGENZA CORONA VIRUS - ORDINANZA DAL MINISTERO DELLA SALUTE E DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE LOMBARDIA

SOSPENSIONE SOPRALLUOGHI EX ART. 4.2 DEL DISCIPLINARE DI GARA.

In merito a quanto riportato in oggetto, si rende noto che viene precauzionalmente disposta la sospensione dei sopralluoghi da svolgere e che, per quelli già pianificati, verrà effettuata opportuna riprogrammazione in virtù dell’evolversi della situazione.

Per quanto sopra, verrà anche valutata la possibilità di posticipazione del termine previsto (attualmente al 20/03/2020 ore 12.00 - ora italiana), per il caricamento sulla piattaforma telematica di APL della documentazione di offerta richiesta ai fini della partecipazione: qualsiasi posticipazione del termine verrà comunicata secondo Legge e con avviso sulla piattaforma telematica. Attualmente rimangono fermi e immutati tutti i termini previsti in gara.

Si invitano comunque i soggetti interessati a concorrere per il servizio in oggetto ad inviare, entro i termini previsti dal Disciplinare di Gara, la specifica richiesta di sopralluogo (tramite PEC all’indirizzo pedemontana@pec.it) in modo da poter meglio programmare tale fase.

 

Il Responsabile del Procedimento

Ing. Giuseppe Bilancia

Risposte alle domande più frequenti (FAQs)

FAQ n. 1

Domanda:

1. Con espresso riferimento al personale specializzato, richiesto al punto 3 della tabella criteri di valutazione dell'offerta tecnica, si richiedono indicazioni circa la documentazione da presentare in sede di gara che possa dimostrare l'esperienza in ambito autostradale del personale impiegato;

2. Con riferimento al fatturato specifico riferito a servizi di manutenzione del verde eseguiti esclusivamente in ambito autostradale, in favore di soggetti pubblici e privati, conseguito nell’anno antecedente la data di pubblicazione del Bando di gara, si richiede tale requisito può ritenersi soddisfatto avendo conseguito un fatturato per lavori analoghi in ambito ferroviario. 

Risposta:

1. Ai fini della dimostrazione del possesso delle esperienze di cui al punto 3 della Tabella dei criteri di valutazione dell’offerta tecnica, il concorrente dovrà presentare la seguente documentazione:

  • rispetto al punto “n.1 ulteriore risorsa abilitata all'utilizzo di fitosanitari oltre quella obbligatoria di cui ai requisiti minimi indicati nel CSA (cfr. art. 22 del CSA)”, in caso si barri la casella “SI” si dovrà presentare, il Curriculum vitae dettagliato ed il certificato di abilitazione all’uso dei Fitosanitari (copie conformi agli originali ai sensi del DPR 445/2000); vedi anche modello n.4 (Scheda offerta tecnica);
  • rispetto al punto “n. 3 persone, tra le risorse di cui ai requisiti minimi di cui al CSA, con più di 3 anni di esperienza in ambito autostradale”, in caso si barri la casella “SI” si dovrà presentare il Curriculum vitae dettagliato nonché l’attestato di superamento del corso di formazione relativo al decreto del Ministero del Lavoro del 22 gennaio 2019 “Individuazione della procedure di revisione, integrazione e apposizione della segnaletica stradale destinata alle attività lavorative che si svolgono in presenza di traffico veicolare” e s.m.i. (copie conformi agli originali ai sensi del DPR 445/2000), per ciascuna risorsa;
  • rispetto al punto “n. 3 persone, tra le risorse di cui ai requisiti minimi di cui al CSA, con più di 5 anni di esperienza in ambito autostradale”, in caso si barri la casella “SI” si dovrà presentare il Curriculum vitae dettagliato nonché l’attestato di superamento del corso di formazione relativo al decreto del Ministero del Lavoro del 22 gennaio 2019 “Individuazione della procedure di revisione, integrazione e apposizione della segnaletica stradale destinata alle attività lavorative che si svolgono in presenza di traffico veicolare” e s.m.i. (copie conformi agli originali ai sensi del DPR 445/2000), per ciascuna risorsa;

N.B.: il personale eventualmente messo a disposizione con esperienza quinquennale, non potrà coincidere con quello eventualmente messo a disposizione ed in possesso di almeno 3 anni di esperienza.

2. Come indicato all’art. 6.1.2 del Disciplinare di Gara i servizi ammessi ai fini della comprova del possesso del requisito sono i servizi di manutenzione del verde eseguiti esclusivamente in ambito autostradale.

 

FAQ n. 2

Domanda:

Si richiede: 1. se il requisito relativo al fatturato analogo richiesto in ambito autostradale può essere ritenuto soddisfatto mediante fatturato conseguito con lo svolgimento di tale servizio svolto in ambito ferroviario; 2. relativamente al punto 3 della tabella criteri di valutazione offerta tecnica, vogliate comunicarci in che modo si può dimostrare il possesso dell'esperienza richiesta per il personale da impiegare. 

Risposta:

Si rinvia alla risposta al precedente quesito

FAQ n. 3

Domanda:

Siamo a domandarvi se considerata l'emergenza sanitaria vi è intenzione o meno di prorogare il termine di presentazione delle offerte. 

Risposta:

Si veda provvedimento di proroga termine scadenza presentazione offerte

FAQ n. 4

Domanda:

Il requisito di capacità tecnico - professionale relativo all'elenco di servizi di manutenzione del verde eseguiti esclusivamente in ambito autostradale per un importo complessivo almeno pari ad 1.500.000,00, può essere, oggetto di avvalimento ? in caso positivo, vi sono delle condizioni da applicare ?

Risposta:

Il requisito di capacità tecnico-professionale di cui all’art. 6.1.2 del Disciplinare di Gara può essere oggetto di avvalimento, nei limiti e alle condizioni di legge.

FAQ n. 5

Domanda:

Spett. Autostrada Pedemontana, Ai fini della predisposizione della documentazione di gara avremmo bisogno del seguente chiarimento. Vorremmo sapere se due operatori hanno già eseguito il sopralluogo come operatori singoli possano poi partecipare in raggruppamento temporaneo presentando e ritenendo validi entrambe le attestazioni ai fini della validità della documentazione amministrativa. Ringraziamo.

Risposta:

Si conferma l'ipotesi espressa dal concorrente.

FAQ n. 6

Domanda:

Al fine di una puntuale e corretta predisposizione della documentazione di gara si necessiterebbe ottenere i seguenti chiarimenti:

1) In caso di partecipazione alla procedura in RTI non ancora costituito si domanda se il modello n. 1 “domanda di partecipazione” debba essere sottoscritto solo dalla mandataria con i dati della mandante oppure da entrambi i legali rappresentanti, ovvero con quale corretta modalità?

2) In caso di Raggruppamenti Temporanei non costituiti le relative dichiarazioni di impegno previste dalla normativa dovranno essere riportate in un’apposita dichiarazione o saranno sufficienti le dichiarazioni che si andranno a rendere nel modello 2 ai punti p, q, r, s?

3) Sempre in caso di RTI, il modello 2 dovrà essere compilato separatamente da ciascuna componente il raggruppamento oppure lo stesso dovrà essere specificato dei dati di tutte le componenti e sottoscritto unitamente da tutti i legali rappresentanti, ovvero con quale altra metodologia?

Risposta:

1) Si rammenta che la domanda di partecipazione (Modello 1) dovrà essere sottoscritto digitalmente, con le modalità di cui all’art. 5 del Disciplinare di gara. Ciò premesso, nel caso prospettato nel quesito, la domanda di partecipazione potrà, a discrezione del concorrente, essere presentata: (i) in maniera “unitaria” dal RTI (con indicazione delle singole imprese raggruppate e dei relativi ruoli) e firmato digitalmente dai legali rappresentanti/altri soggetti muniti di idonei poteri delle imprese raggruppate; oppure (ii) in maniera distinta da ciascuna impresa raggruppata e firmata digitalmente dal relativo legale rappresentante/altro soggetto munito di idonei poteri.

2) Non è chiara la ratio del quesito. In ogni caso le dichiarazioni di cui al modello 2 dovranno essere presentate – nell’ipotesi di RTI non costituito – da ciascuna impresa raggruppata. Si rammenta inoltre che i modelli dichiarativi messi a disposizione dalla Stazione Appaltante costituiscono solo un supporto e che dunque gli operatori economici sono tenuti a dichiarare tutto quanto richiesto dalla Legge e dalla lex specialis in funzione della loro partecipazione alla gara.

3) Vedasi la risposta al precedente punto sub 2).

FAQ n. 7

Domanda:

Si domanda di poter ricevere i seguenti chiarimenti in merito alla procedura di gara:

1) In caso l’operatore intenda ricorrere all’istituto del sub subappalto, la ditta individuata come subappaltatrice quali requisiti dovrà avere ossia si domanda di chiarire quanto riportato nel disciplinare di gara laddove si precisa che: “Rimane fermo il fatto che potranno essere autorizzati solo subappalti affidati a soggetti in possesso dei requisiti morali e speciali richiesti dalla lex specialis. In particolare, al fine di garantire l’esecuzione a regola d’arte dell’appalto nonché la sicurezza sulle tratte oggetto di manutenzione, ai sensi dell’art. 105 c. 4, con riferimento ai requisiti speciali posseduti dal subappaltatore, si precisa che, per le attività da svolgere in ambito auto-stradale ovvero sulle aree poste all’interno della recinzione autostradale, ciascun subap-paltatore dovrà essere - pena la mancata autorizzazione al subappalto - in possesso dei requisiti previsti dalla Legge nonché del requisito di seguito indicato:  Fatturato specifico riferito a servizi di manutenzione del verde eseguiti esclusivamente in ambito autostradale, in favore di soggetti pubblici e privati, conseguito nell’anno antecedente la data di pubblicazione del Bando di gara, per un importo almeno pari all’importo del subappalto. Quindi si domanda se oltre alla dichiarazione circa l’assenza dei motivi d’esclusione di cui all’art. 80 (art. 104 c. 4 lett. d) il subappaltatore debba aver conseguito un fatturato specifico nel triennio 2017-2018-2019 per un importo pari alla percentuale di subappalto?

2) In quale modello il subappaltatore andrà a dichiarare i requisiti previsti dal disciplinare di gara?

3) E’ possibile ricorrere all’avvalimento per il possesso della certificazione UNI ISO 39001 (Road Traffic Safety RTS Management System)?

4) La ditta individuata quale subappaltatrice potrà anche prestare ausilio tramite l’istituto dell’avvalimento, in particolare così sopperire alla carenza della certificazione UNI ISO 39001 dell’ausiliata?

5) Sempre in merito al subappalto si domanda se per stabilire il requisito specifico del fatturato rispetto all’importo del subappalto possa considerarsi l’importo a base d’asta?

Risposta:

1) Come specificato all’art. 6.1.2 del Disciplinare di Gara (pag 7), il concorrente che volesse adoperare in sede di esecuzione l’istituto del subappalto, dovrà dichiararlo necessariamente pena l’impossibilità di utilizzare tale strumento. Dovrà inoltre indicare – a pena di esclusione – anche la tipologia di prestazioni che intende subappaltare, oltre alle dichiarazioni solo preferibilmente da rendersi in merito alla quota percentuale di prestazioni subappaltate e alla denominazione degli operatori. Ciò premesso, nel Disciplinare di gara si è inteso specificare che - in sede di esecuzione (e quindi a prescindere dalla fase di qualificazione e di gara) - l’Appaltatore potrà servirsi del subappalto soltanto ove la Stazione Appaltante accerti (in capo al subappaltatore individuato) non solo la sussistenza delle condizioni e dei requisiti generalmente previsti dalla Legge, ma anche dell’ulteriore requisito speciale di fatturato specifico nell’anno precedente alla pubblicazione del bando di gara (e non triennale), con le ulteriori precisazioni già richiamate nella lex specialis. Senza tale requisito speciale in capo al subappaltatore, il concorrente potrà soltanto cambiare subappaltatore oppure non avvalersene affatto. In ogni caso, come già detto, tale dinamica impatta sulla fase esecutiva e non sulla fase di qualificazione alla gara.

2) Il subappaltatore eventualmente individuato dal concorrente, in fase esecutiva, dovrà dichiarare il possesso dei requisiti secondo una modulistica che verrà messa a disposizione dalla Stazione Appaltante in favore dell’Appaltatore contestualmente all’avvio del contratto.

3) L’istituto dell’avvalimento viene utilizzato per garantire il possesso di un requisito di qualificazione di cui il concorrente è totalmente/parzialmente carente. La certificazione indicata nel quesito, rileva quale elemento di offerta tecnica che dunque non ha alcuna attinenza con la fase di qualificazione. A maggior chiarimento si precisa inoltre che l’attribuzione del punteggio per il possesso della certificazione in esame (così come delle altre certificazioni di cui all’art. 9 del Disciplinare di Gara) verrà preso in considerazione solo laddove tutti i soggetti eventualmente raggruppati posseggano tale certificazione.

4) Non si comprende la ratio del quesito. Si rinvia in ogni caso a quanto indicato nella lex specialis e a quanto indicato al precedente punto sub 3).

5) Non si comprende la ratio del quesito. In ogni caso si rinvia a quanto indicato in lex specialis oltre che al precedente punto sub 1).